Assegnati a Consac circa 1,6 milioni di euro per l’esecuzione di urgenti interventi finalizzati alla gestione dell’emergenza idrica

Con delibera di giunta della Regione Campania del 3 agosto scorso sono stati assegnati a Consac fondi pari a circa 1,6 milioni di euro per l’esecuzione di urgenti interventi finalizzati alla mitigazione degli effetti dell’emergenza idrica che il territorio del Cilento si trova a fronteggiare.

Tale finanziamento ha fatto seguito alle pressanti richieste da parte di Consac, che ha predisposto la progettazione di una serie di opere atte al recupero di importanti quantità di acqua potabile soprattutto a favore delle aree maggiormente colpite dalla crisi idrica.

Gli interventi previsti possono ora essere finalmente realizzati.

Una delle opere, i cui lavori sono stati già materialmente avviati con procedura di somma urgenza, è destinata a mitigare notevolmente le disfunzioni del servizio idropotabile che attualmente attanagliano i Comuni di Caselle in Pittari, Morigerati, Santa Marina ed Ispani.

Sempre nell’area del Golfo di Policastro è prevista la trivellazione di pozzi per emungimento di una significativa portata idrica nell’area Sanza – Caselle in Pittari, che avrà lo scopo di risolvere definitivamente la strutturale penuria d’acqua che interessa l’area interna del saprese ed integrare il sistema idrico della fascia costiera.

Altro importante intervento è l’esecuzione di opere per la salvaguardia ambientale dell’area Fistole del Faraone in Rofrano, consentendo che l’obiettivo possa essere raggiunto senza la necessità di rinunciare a parte dell’acqua potabile che potrebbe essere destinata agli utenti, visto che i relativi volumi idrici rientrano nei limiti di quanto concesso dagli enti preposti.

E’ altresì prevista l’esecuzione del raddoppio del Potabilizzatore del Paino – Ascea – per il recupero di ulteriori 30 l/s di acqua.

Con il finanziamento regionale, infine, sarà possibile procedere alla sostituzione di diverse elettropompe con  apparecchiature moderne che consentiranno maggiore affidabilità ed un notevole risparmio economico.

Nell’ambito delle opere urgenti proposte da Consac alla Regione vi è da citare anche la realizzazione di nuovi impianti finalizzati all’incremento della disponibilità di risorsa idrica a favore dei Comuni di Pollica, S. Mauro Cilento, Serramezzana, Montecorice e Stella Cilento. Il finanziamento di tali ultimi importanti impianti non è stata oggetto di finanziamento regionale con i fondi destinati all’emergenza idrica in quanto l’opera è inserita nel più vasto intervento di risanamento dell’adduttrice ‘del Faraone’, il cui costo di circa 7 milioni di euro è oggetto di un diverso finanziamento, che la Regione ha preannunciato come imminente.

 

7 agosto 2017 - 07:11, pubblicato in: News da
I commenti sono disabilitati.