Consac ottiene la Certificazione del Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro

Lo scorso aprile Consac gestioni idriche spa ha ottenuto la certificazione del Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro (SGSSL), in accordo allo standard BS OHSAS 18001:2007, per la sede legale di Vallo della Lucania e per le sedi operative di Palinuro, San Rufo, Vallo Scalo, Villammare.
Tale riconoscimento, attinente il campo di applicazione proprio di Consac, nello specifico, le attività di controllo, trattamento e difesa delle risorse idriche e gestione del servizio idrico, rappresenta il risultato di una politica aziendale volta alla promozione e diffusione della cultura della sicurezza che individua nella formazione, nell’addestramento e nel coinvolgimento del personale degli strumenti  imprescindibili per la condivisione e per la consapevolezza di tali principi e valori.
L’implementazione ed il miglioramento di un SGSSL significa, in primo luogo, definire programmi e obiettivi specifici, individuare e distribuire compiti e responsabilità, governare i processi lavorativi e documentali, effettuare verifiche e monitoraggi costanti circa la presenza di eventuali rischi, favorire azioni volte ad eliminare e minimizzare i pericoli attraverso misure atte alla individuazione, prevenzione e controllo dei possibili eventi accidentali e delle emergenze.
Lo standard OHSAS 18001, in coerenza anche a quanto previsto dalle procedure TUV NORD CERT, oltre a costituire uno strumento organizzativo che consente di gestire in modo organico e sistematico la sicurezza dei lavoratori, è finalizzato al miglioramento delle performance risultando, quindi, leva preziosa dello sviluppo aziendale.

Politica Aziendale

La Direzione Generale del CONSAC, su indicazione del CdA, ha deciso di attivare un Sistema Organizzativo per la Salute e per la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro, da intendersi e svilupparsi come parte integrante della propria organizzazione lavorativa quotidiana e dei propri programmi di sviluppo.

La scelta di introdurre un Sistema Organizzativo è dettata dalla convinzione che il solo modo per garantire la Sicurezza in azienda sia applicare una metodica sistematica, tale da massimizzare i risultati in fatto di tutela della Salute e della Sicurezza delle persone che operano all’interno della Società pur consentendo di erogare un servizio di prima qualità nel rispetto delle esigenze dei comuni serviti e del mercato.

All’interno di tale percorso, la Direzione s’impegna ad affrontare in via prioritaria e sistematica gli aspetti della salute e sicurezza nel lavoro, in tutte le attività e nelle valutazioni che si riferiscono alla programmazione futura.

S’impegna, inoltre, a organizzare la propria intera struttura (dai Dirigenti al Servizio Prevenzione e Protezione, dai Preposti agli Addetti alla gestione delle emergenze, dai Lavoratori Dipendenti ai Lavoratori Temporanei, dagli Appaltatori ai Visitatori occasionali) in modo tale che tutti siano coinvolti e partecipi, ognuno secondo le proprie responsabilità e competenze, nel perseguimento degli obiettivi assegnati in fatto di tutela della Sicurezza e della Salute.

La Direzione Generale disegna il quadro delle priorità da raggiungere identificando:

  • la conoscenza ed il rispetto della legislazione vigente in materia di Salute e Sicurezza sul lavoro siano considerati una priorità;
  • l’informazione sui rischi aziendali e sulle misure di prevenzione e protezione sia massimamente diffusa a tutti i lavoratori; la formazione degli stessi sia effettuata, ribadita ed aggiornata, con particolare riferimento alla mansione svolta ed alla promozione di consapevoli e concordate strategie di prevenzione;
  • sia garantita la consultazione dei lavoratori, in via preferenziale attraverso il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, in merito alle scelte ed alle problematiche di rilievo per la sicurezza e la salute nel lavoro;
  • tutti i lavoratori siano formati, informati e sensibilizzati allo svolgimento dei compiti loro assegnati in materia di sicurezza e salute nel lavoro;
  • l’intera struttura aziendale partecipi, ciascuna funzione secondo le proprie attribuzioni e competenze, al raggiungimento degli obiettivi di sicurezza e salute nel lavoro, che l’Azienda si impegna a definire e a diffondere assieme alla relativa pianificazione, in particolare per quanto concerne il miglioramento degli aspetti legati alla sicurezza;
  • la progettazione delle macchine, degli impianti e delle attrezzature, dei luoghi di lavoro, dei metodi operativi e organizzativi siano realizzati in modo compatibile e coerente con la salvaguardia della sicurezza e salute dei lavoratori, dei terzi e della comunità in cui la Società opera;
  • si favorisca l’individuazione e l’analisi puntuale delle problematiche nonché le necessità emergenti nel corso delle attività lavorative, con lo scopo di intraprendere di volta in volta le più opportune azioni di approfondimento e miglioramento;
  • siano promosse la cooperazione (all’interno della società e anche, per quanto possibile, tra le altre parti interessate) e la collaborazione con le organizzazioni imprenditoriali e le rappresentanze sindacali, nonché con gli Enti esterni preposti;
  • siano privilegiate le azioni preventive, comprese le indagini interne su potenziali rischi per la sicurezza e salute dei lavoratori, in modo da minimizzare le probabilità di accadimento di incidenti, infortuni o di altre condizioni di non conformità;
  • sia monitorato costantemente lo stato di attuazione del Sistema Organizzativo per la Sicurezza, al fine di individuare spazi di correzione e d miglioramento e di verificare la corretta ed efficace partecipazione dell’intera struttura aziendale;
  • siano riesaminati periodicamente la stessa Politica della Sicurezza, i relativi Obiettivi ed in generale lo stato del Sistema allo scopo ottenere un miglioramento continuo del livello di sicurezza e salute sul lavoro, attraverso lo strumento del riesame della direzione.

29 maggio 2015 - 11:45, pubblicato in: News da
I commenti sono disabilitati.