Voltura

    C.R

    Voltura del contratto

    La voltura è la richiesta di attivazione, con contestuale variazione nella titolarità del contratto o dei dati identificativi, di un punto di consegna attivo.

    L’istanza è inoltrata dall’utente finale entrante, integrata da idonea documentazione che attesti la proprietà, il regolare possesso o la detenzione dell’unità immobiliare interessata. Il soggetto richiedente stipula un nuovo contratto d’utenza e provvedere al versamento del deposito cauzionale e del corrispettivo previsto a copertura delle spese amministrative. Al momento della richiesta, il soggetto volturante comunica al gestore l’autolettura del misuratore al fine di determinare i consumi da addebitare al precedente intestatario del contratto nella bolletta di chiusura rapporto. La lettura comunicata funge inoltre da base per il calcolo del prelievo di risorsa da parte del nuovo soggetto.

     

    Voltura del contratto persona fisica / giuridica

    Voltura a titolo gratuito

    In caso di decesso dell’intestatario del contratto, l’erede ovvero un soggetto residente nell’unità immobiliare servita dall’utenza oggetto di voltura deve presentare apposita domanda servendosi del modulo scaricabile dal link seguente. Il volturante assume tutti i diritti e gli obblighi del precedente intestatario del contratto di fornitura. Può tuttavia richiedere modifiche ad alcuni elementi contrattuali servendosi del medesimo modulo.

     

    Voltura del contratto a titolo gratuito

    Per le dichiarazioni di residenza e del numero dei componenti il nucleo familiare compila il modulo.

    Per scaricare la dichiarazione estraneità al debito dell’utente predecessore clicca qui.

    L’istanza può essere presentata con annessi allegati a “Consac gestioni idriche spa – Ufficio Contratti – Via Ottavio Valiante, 30 – 84078 Vallo della Lucania (SA)” oppure presso gli sportelli fisici di Sapri, Sala Consilina e Castellabate nei giorni e agli orari indicati sul sito aziendale. Alternativamente può essere inviata a mezzo posta al medesimo indirizzo di recapito, via fax al n. 097475623 o tramite email all’indirizzo avviocontratto@consac.it – pec: consacgestioniidriche@arubapec.it.

    Per l’inoltro su casella di posta elettronica ogni documento (modulo istanza ed allegati) deve costituire un file, in formato “pdf” o “jpeg”; per motivi di sicurezza non si accettano invii in “WeTransfer” o con sistemi similari.

    L’art. 817 del cod. civ. in materia di pertinenze, statuisce che si definiscono tali “le cose destinate in modo durevole a servizio o ad ornamento di un’altra cosa” e che “tale destinazione può essere disposta dal proprietario dell’immobile o da chi abbia un diritto reale sulla medesima”. In virtù di tale disposizione, per le unità immobiliari classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità per ciascuna, gli utenti che sull’abitazione principale usufruiscono dei vantaggi previsti per la tipologia d’uso “domestico residente”, possono avvalersi dei medesimi anche per ciascuna delle pertinenze dichiarate  . Ricordiamo che: la categoria C/2 comprende magazzini e locali di deposito, cantine, soffitti, solai; la categoria C/6 comprende stalle, scuderie, rimesse, posti auto, autorimesse (senza fine di lucro); la categoria C/7 comprende tettoie chiuse o aperte.